ࡱ> xQbjbj1dxIRRRRRffffz<f": 7"9"9"9"9"9"9"$f%(]"R]"RRr"   RR7" 7"  ?!h!pj%f!H#""0"!(( !(R!$ ]"]" "( :STATUTO E REGOLAMENTO CONSULTA GIOVANILE Art 1 - Istituzione E' istituita nel Comune di Misilmeri, con la deliberazione del C.C. n. 12 in data 05/02/2009 la CONSULTA GIOVANILE COMUNALE. Art. 2 - Fini La Consulta per le politiche giovanili un organismo consultivo che interagisce con LAmministrazione Comunale ed esprime pareri sugli argomenti inerenti le politiche giovanili. I suddetti pareri vanno richiesti dal Sindaco o dal Presidente del Consiglio Comunale e devono essere resi entro 15 giorni dalla data di notifica della richiesta. In caso durgenza il parere va reso entro 5 giorni dalla data di notifica della richiesta. Si prescinde dal parere ove non espresso entro i termini prescritti. La Consulta pu di propria iniziativa formulare proposte da sottoporre al Consiglio Comunale, alla Giunta Municipale, e alla Commissione Consiliare competente. La Consulta strumento di conoscenza della realt dei giovani e, come tale: promuove progetti e iniziative inerenti i giovani; promuove dibattiti, ricerche ed incontri; attiva e promuove iniziative per un miglior utilizzo del tempo libero; favorisce il raccordo tra i gruppi giovanili e le istituzioni locali; si rapporta con gruppi informali; promuove rapporti con le Consulte ed i Forum presenti nel territorio provinciale e regionale, con le Consulte ed i Forum presenti nelle altre regioni e si raccorda con il livello nazionale ed internazionale; pu raccogliere informazioni nei settori di interesse giovanile (scuola, universit, mondo del lavoro, tempo libero, sport, volontariato, cultura e spettacolo, mobilit allestero, trasporti, territorio, ambiente, vacanze e turismo). Raccoglie informazioni nei predetti campi, o direttamente, con ricerche autonome, o a mezzo delle strutture amministrative comunali; formula proposte per la gestione di uneventuale budget destinato annualmente per il suo funzionamento. Art. 3 - Organi Sono organi della Consulta Giovanile Comunale: l'Assemblea,quale organo centrale di elaborazione ed indirizzo; l'Ufficio di Presidenza, composto dal Presidente, il Vicepresidente e il Segretario, quale organo esecutivo; il Consiglio Direttivo, composto da 6 membri nominati dallUfficio di Presidenza e ratificati dallAssemblea; Eventuali Commissioni di lavoro,quali organi operativi per le attivit giovanili. Art. 4 - L'Assemblea LAssemblea lorgano sovrano della Consulta Giovanile Comunale. presieduta dal Presidente, in sua assenza o impedimento, dal Vicepresidente. Spetta al Presidente attestare la validit dell'Assemblea, regolare le modalit dintervento e di voto. Le deliberazioni dellAssemblea sono trascritte in apposito libro dei verbali e ciascun verbale deve essere sottoscritto dal Presidente e dal Segretario. Ogni aderente allorganizzazione ha diritto di consultare il verbale (e di trarne copia). Fanno parte dellAssemblea le Organizzazioni che hanno aderito alla Consulta Giovanile Comunale all'atto dell'insediamento e dell'approvazione dello Statuto. In tale fase verranno accolte le richieste delle Associazioni aventi i seguenti requisiti: costituite con atto pubblico registrato da almeno un anno; sede legale ricadente allinterno del territorio misilmerese; riconosciuta attivit nel territorio di appartenenza. Le Associazioni o gruppi informali, operanti sul territorio cittadino, che desiderano acquisire la qualit di membro della Consulta Giovanile Comunale, devono fare una richiesta scritta al Presidente della Consulta che ne verifica i requisiti insieme allUfficio di Presidenza. Quest'ultimo rilascia un parere, che insieme alla richiesta di ammissione vengono inserite nellordine del giorno della prima Assemblea disponibile per lapprovazione da parte della stessa. L'accettazione dei nuovi membri deve essere deliberata con la maggioranza dei 2/3 dei componenti dell'Assemblea. La decisione della Consulta deve essere comunicata per iscritto, a cura del Presidente, allOrganizzazione richiedente. In caso di accettazione il nuovo componente entrer a far parte della Consulta dalla seduta successiva a quella della approvazione della richiesta. Ogni organizzazione deve delegare, per iscritto, un rappresentante effettivo ed uno supplente di et compresa tra i 16 e i 29 anni. La delega deve essere indirizzata e fatta pervenire al Presidente della Consulta Giovanile. I partecipanti svolgono le attivit in modo personale, spontaneo e gratuito, con spirito di solidariet e correttezza morale. Art. 5 - L'Ufficio di Presidenza LUfficio di Presidenza ha il compito di: partecipare, in forma propositiva, allelaborazione dellattivit di programmazione e pianificazione di azioni da sottoporre allAssemblea; dare attuazione agli indirizzi e alle deliberazioni dellAssemblea. I membri dellUfficio di Presidenza vengono eletti dallAssemblea: in prima convocazione, a maggioranza assoluta ed in seconda convocazione a maggioranza semplice dei presenti. L'Ufficio di Presidenza dura in carica due anni e alla scadenza dellincarico possono essere rieletti. Nel caso di dimissioni o di qualsiasi causa di cessazione dalla carica di un componente dellUfficio di Presidenza, un membro dello stesso ne d immediata comunicazione allAssemblea ai fini della sostituzione. La Consulta continuer a funzionare con i soli componenti in carica. LAssemblea in qualunque momento, per motivi di inefficacia ed inefficienza delloperato dellUfficio di Presidenza pu sfiduciare lo stesso con la maggioranza assoluta dei componenti lAssemblea. Alla seduta successiva si proceder alla rielezione delle cariche vacanti. LUfficio di Presidenza si riunisce ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario, oppure su richiesta motivata da un altro membro dell'Ufficio di Presidenza. Le riunioni sono presiedute dal Presidente o, in sua assenza o impedimento, dal Vice Presidente. Per la validit delle deliberazioni necessaria la presenza di almeno due componenti dell'Ufficio. Le deliberazioni sono prese a maggioranza dei componenti. Le deliberazioni dellUfficio di Presidenza sono trascritte in apposito libro dei verbali e ciascun verbale deve essere sottoscritto dal Presidente e dal Segretario. Ogni aderente allorganizzazione ha diritto di consultare il verbale (e di trarne copia). Art. 6 - Il Presidente dell'Assemblea Il Presidente ha la rappresentanza della Consulta Giovanile Comunale; egli convoca e presiede l'Assemblea, lUfficio di Presidenza e il Consiglio Direttivo e cura l'esecuzione delle relative deliberazioni nonch l'adozione. In caso dassenza o impedimento del Presidente, tutte le sue mansioni sono espletate dal Vice Presidente e/o dai delegati per loccasione. Dura in carica due anni e alla scadenza dell'incarico pu essere rieletto. Art. 7 - Il Vicepresidente dell'Assemblea Espleta tutte le mansioni del Presidente in caso dassenza o impedimento di quest'ultimo. Dura in carica due anni e alla scadenza dell'incarico pu essere rieletto. Art. 8 - Il Segretario dell'Assemblea Il Segretario per ogni incontro rediger un verbale riportante le presenze ed i contenuti discussi, che dovr essere approvato dallAssemblea nella seduta successiva. In caso di assenza del Segretario il Presidente provveder a nominare chi ne faccia le funzioni. Art. 9 Il Consiglio Direttivo Il Consiglio Direttivo composto da sei componenti proposti dallUfficio di Presidenza e ratificati a maggioranza dei componenti lAssemblea. Questi vengono individuati dallUfficio di Presidenza tra i componenti lAssemblea o tra giovani misilmeresi con spiccate e dimostrate competenze. Se il componente scelto e tra quelli lAssemblea, lAssociazione, rappresentata da questultimo in seno alla Consulta, lo sostituisce con un altro delegato. Ogni uno dei sei consiglieri verr delegato a seguire i lavori di un Assessore Comunale. I componenti di tale organo partecipano ai lavori dell'Assemblea ma senza diritto di voto. Il ruolo che il Consiglio svolge all'interno della Consulta quello di creare un anello di collegamento tra l'Amministrazione Comunale e la Consulta stessa, esprimendo pareri ed indirizzi sui lavori dell'Assemblea. Fanno parte del Consiglio Direttivo i membri dellUfficio di Presidenza che partecipano ai lavori del Consiglio con diritto di voto. Gli incontri di tale organo presieduti dal Presidente della Consulta. Art. 10 Le Commissioni di Lavoro Una Commissione di Lavoro presieduta da uno dei sei componenti del Consiglio Direttivo. Ogni uno di questi pu formare pi Commissioni di Lavoro riguardanti settori differenti. I componenti le Commissioni vengono proposti dal Consiglio Direttivo e ratificati dall'Assemblea a maggioranza dei presenti. Ogni Commissione composta da un numero di componenti variabile in funzione della mole di lavoro e degli obiettivi prefissati. Ogni membro dell'Assemblea pu partecipare a pi Commissioni. Nellambito dellespletamento degli incarichi e delle finalit preposte, ai lavori delle Commissioni possono essere coinvolte figure anche esterne alla Consulta, individuate e approvate a maggioranza dei componenti dal Consiglio Direttivo. Tali soggetti esterni perdono il diritto a partecipare alle Commissioni o con lo scioglimento della Commissione stessa o attraverso delibera del Consiglio Direttivo. Lo scioglimento della Commissione pu avvenire o per il raggiungimento degli obbiettivi preposti o per l'inefficienza della stessa, ma sempre attraverso una apposita delibera del Consiglio Direttivo. Le Commissioni sono convocate dal Presidente delle stesse tutte le volte che lo ritiene necessario. Art. 11 - Convocazione dell'Assemblea L'Assemblea si riunisce di regola, in seduta ordinaria, almeno quattro volte lanno, secondo una programmazione trimestrale ed in via straordinaria ogni qualvolta se ne rilevi la necessit. La convocazione dell'Assemblea viene fatta dal Presidente della stessa: di propria iniziativa; su richiesta di uno dei membri dell'Ufficio di Presidenza; su richiesta della maggioranza dei componenti l'Assemblea. Possono altres richiederne la convocazione la Commissione Consiliare Comunale competente. LUfficio di Presidenza pu invitare ai propri lavori, di volta in volta e sulla base dei temi da trattare, esperti o rappresentanti di Enti ed Associazioni, Sindaco, Consiglieri Comunali, Assessori, Segretario o Funzionari Comunali, senza diritto di voto. Il Sindaco o lAssessore delegato alle Politiche Giovanili convocano la prima riunione dellAssemblea della Consulta per lelezione dellUfficio di Presidenza e partecipano di diritto alle riunioni ordinarie e straordinarie. Art. 12 - Modificazioni dello Statuto Lo Statuto pu essere modificato dal Consiglio Comunale con propria deliberazione. La Consulta Giovanile Comunale pu proporre al Consiglio Comunale la modifica di articoli o commi dello Statuto, con deliberazione approvata a maggioranza dei 2/3 dei componenti l'Assemblea. La modificazione deve essere ratificata dal Consiglio Comunale. Art. 13- Regolamento interno La Consulta adotta un regolamento per la propria organizzazione interna e per i propri lavori, integrativo del presente Statuto non in contrasto con i principi di esso, che dovr essere approvato nella prima Assemblea. Le modifiche al Regolamento interno devono essere approvate dallAssemblea a maggioranza relativa dei presenti, su proposta dellUfficio di Presidenza. Art. 14 - Attribuzione del voto Le votazioni avvengono per alzata di mano, con controprova, salvo che uno dei presenti non richieda lo scrutinio segreto e salvo lelezione degli organi interni. Non ammesso lesercizio della delega. Art. 15 - Validit delle sedute e delle deliberazioni Le sedute dell'Assemblea sono valide se presente, in prima convocazione, la maggioranza assoluta dei componenti l'Assemblea. In seconda convocazione, che pu avvenire a mezz'ora dalla prima, la seduta valida se sono presenti almeno 1/3 dei componenti l'Assemblea. Le sedute dell'Ufficio di Presidenza sono valide se sono presenti almeno due componenti l'Ufficio stesso. Le sedute del Consiglio Direttivo sono valide se presente la maggioranza assoluta dei componenti. Ad eccezione delle deliberazioni su nuove richieste di adesione da parte di Enti e Organismi vari e delle deliberazioni relative alle modificazione dello Statuto, le deliberazioni dell'Assemblea sono approvate a maggioranza assoluta dei presenti. A parit di voti prevale il voto del Presidente. Il Presidente ha la facolt, in caso di parit, di rinviare la votazione della deliberazione alla seduta successiva. Le deliberazioni della Consulta Giovanile non sono vincolanti per il Consiglio Comunale. Art. 16 - Sede La sede della Consulta Giovanile Comunale il Palazzo Comunale. Le riunioni si devono tenere in locali del Palazzo Comunale. L'agibilit di altre sedi per riunioni e dibattiti deve essere preventivamente autorizzata dal Competente Organo Comunale. Art. 17 - Mezzi La Consulta Giovanile Comunale si avvale, per il suo funzionamento amministrativo e per ricerche inerenti i suoi fini istituzionali, del personale e delle attrezzature tecniche degli uffici Comunali competenti. Art. 18 - Prima Riunione La Consulta Giovanile Comunale insediata dal Sindaco e/o dall'Assessore alle Politiche Giovanili. Art. 19 - Diritti ed obblighi degli aderenti Tutti i partecipanti allAssemblea hanno le stesse facolt, poteri, diritti ed obblighi. Ladesione alla Consulta Giovanile comporta lobbligo alladerente di: osservare lo Statuto, nonch le deliberazioni e gli orientamenti che saranno adottati dai competenti organi; contribuire al perseguimento degli scopi della Consulta Giovanile partecipando ai lavori della stessa nelle forme e nei modi stabiliti dallAssemblea e dallUfficio di Presidenza; partecipare personalmente o mediamente il supplente agli incontri stabiliti. I membri hanno diritto di: prendere parte a tutte le manifestazioni e attivit organizzate dalla Consulta Giovanile; prendere visione dei registri e dei verbali delle Assemblee, dellUfficio di Presidenza e del Consiglio Direttivo facendone richiesta scritta al Presidente. Art. 20 - Disposizioni finali Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto valgono le leggi, le normative ed i regolamenti vigenti. REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DI MISILMERI Art. 1 La Consulta aperta a tutte le Associazioni e a quei gruppi altrimenti organizzati che si riconoscono nelle finalit espresse dalla Statuto e che operino sul territorio cittadino. Art. 2 La Consulta si riunisce periodicamente almeno quattro volte all'anno secondo le modalit espresse dall'Art.11 dello Statuto. Il Presidente cura la convocazione dell'Assemblea attraverso l'ufficio comunale competente. La convocazione dell'Assemblea in via ordinaria comunicata ai membri della Consulta con almeno 8 giorni di anticipo dalla data dell'Assemblea stessa con varie modalit: attraverso posta elettronica con relativa notifica di lettura, tramite l'invio di messaggi telefonici (sms), e in casi eccezionali mediante avviso telefonico. E' consentita la convocazione in via straordinaria dell'Assemblea tramite avviso telefonico con almeno 24 ore di anticipo. Art. 3 Ogni organizzazione aderente alla Consulta Giovanile deve delegare, per iscritto, un rappresentante effettivo ed uno supplente. La delega deve essere indirizzata al Presidente della Consulta Giovanile Comunale presso lufficio comunale competente. Ogni organizzazione pu, in ogni momento, sostituire il proprio rappresentante, purch informi, nei modi ci cui al comma precedente, la Consulta stessa. Art. 4 Ogni forza rappresentata perde l'appartenenza alla Consulta qualora per 3 volte consecutive, senza darne giustificazione all'Ufficio di Presidenza, non partecipi attraverso il membro effettivo e quello supplente. Art. 5 Possono partecipare ai lavori della Consulta, senza diritto di voto, il Sindaco o un suo delegato, lAssessore alle Politiche giovanili e il Presidente della Commissione Consiliare Competente. Art. 6 L'Assemblea della Consulta elegge un Ufficio di Presidenza composto da un Presidente, un VicePresidente e un Segretario. L'Ufficio di Presidenza dura in carica due anni ed l'organo esecutivo della Consulta che pu esprimere pareri e formulare raccomandazioni all'Assemblea. Art. 7 La Consulta relaziona direttamente al Consiglio Comunale almeno due volte allanno (in occasione dellapprovazione del bilancio preventivo e consuntivo e ogni volta che si dibattano questioni inerenti tematiche giovanili sulle quali richiesto un suo parere) presentando osservazioni, proposte o altro. Queste relazioni avvengono tramite il Presidente o un portavoce scelto dallo stesso, di volta in volta, tra i componenti dellUfficio di Presidenza o dellAssemblea. Art. 8 All'inizio di ogni riunione della Consulta sar data lettura del verbale della seduta precedente per la sua approvazione. Al termine di ogni riunione la Consulta pu concordare la data e l'ordine del giorno della seduta successiva. Art. 9 Le proposte di modifica dello Statuto e del Regolamento devono essere presentate per iscritto al Presidente e saranno incluse nell'ordine del giorno della seduta successiva a quella della presentazione. Le modifiche dello Statuto devono essere, tramite l'Assessore alle Politiche Giovanili, trasmesse al Consiglio Comunale per l'approvazione. Art. 10 Le Associazioni che desiderano acquisire la qualit di membro della Consulta Giovanile devono farne richiesta scritta al Presidente della Consulta stessa. L'Ufficio di Presidenza verifica i requisiti e ne delibera l'accettazione con il voto favorevole di almeno 2 dei componenti l'Ufficio stesso. Tali deliberazioni devono essere inserite nell'ordine del giorno della riunione successiva della Consulta per la necessaria ratifica da parte dell'Assemblea. Alla votazione si dovr ottenere una maggioranza qualificata di almeno i 2/3 dei componenti l'Assemblea. La decisione della Consulta deve essere comunicata per iscritto, a cura del Presidente, all'Organizzazione richiedente. In caso di accettazione il nuovo membro entrer a far parte della Consulta Giovanile Comunale dalla seduta dell'Assemblea successiva a quella dell'approvazione della richiesta. Art. 11 La Consulta ha sede presso il Comune, il quale fornisce anche i mezzi ed il personale per il servizio di segreteria che ha, tra gli altri, i seguenti compiti: compilare ed aggiornare l'elenco dei nominativi dei membri della Consulta; curare la convocazione della Consulta secondo le modalit espresse dall'art. 2 di questo Regolamento; tenere i verbali delle sedute dell'Assemblea, dell'Ufficio di Presidenza e del Consiglio Direttivo e fornire la documentazione comunale necessaria al funzionamento della Consulta e dei suoi organi.  +-A R giy.vx Y""+#Q#Z$z$$$((i-- 1b1c11222p4q44[5\55c9e9t9n:p::T;V;o;;;<#?$?B??????@@@VCYC`CDDEh%nH6CJOJQJ]hm]CJOJQJh%nHCJOJQJh%nH h%nH5h%nH5CJOJQJP+-A g  X giy/$^a$ /$dd^a$/$ & F ^`a$ /$dd^a$/dd^ /$dd^a$V.Puv /$dd^a$ /$dd^a$/$dda$/$ & F dd^`a$ /$dd^a$$^a$ /$dd^a$/$ & F ))^)`a$Mvw x ! "V"Y"""*#+#Q#Y$Z$z$(( /$dd^a$ /$dd^a$/$ & F ^`a$((g-h-i--M....%//0b1c11222n4p44[5/$ & F 33^3`a$/$ & F ^`a$ /$dd^a$ /$dd^a$[5\55c9e9t9n:p::T;V;o;;;<\<<==>,>>#? /$dd^a$/$ & F dd^`a$$a$ /$dd^a$ /$dd^a$#?$?B??????????@@@VCYC`CDDDEEEF /$dd^a$/dd^ /$dd^a$ $dd^a$EEE(F9FFFFGGIIJJJKKKROUO]OtQuQwQxQh%nH6CJOJQJ]h%nHCJOJQJh%nH5CJOJQJh%nHFFFGGIIIJJJKKKROUO]OOGPPtQuQvQwQxQ/$ & F dd^`a$ /$dd^a$ /$dd^a$/1h;0. A!n"n#$n% ^2 666666666vvvvvvvvv666666>6666666666666666666666666666666666666666666666666hH6666666666666666666666666666666666666666666666666666666666666666662 0@P`p2( 0@P`p 0@P`p 0@P`p 0@P`p 0@P`p 0@P`p8XV~_HmHnHsHtHF`F Normale*$CJ_HaJmHsHtHLA L Car. predefinito paragrafo\i\ 0Tabella normale :V 44 la 4k 4 0 Nessun elenco 2/2 WW8Num1z0OJQJ6/6 WW8Num1z1 OJQJ^J2/2 WW8Num1z2OJQJ2/!2 WW8Num2z0OJQJ2/12 WW8Num3z0OJQJ6/A6 WW8Num4z0 CJOJQJJ/QJ Absatz-StandardschriftartP/aP WW-Absatz-Standardschriftart6/q6 WW8Num2z1 OJQJ^J2/2 WW8Num2z2OJQJ6/6 WW8Num4z1 CJOJQJ6/6 WW8Num4z2 CJOJQJ2/2 WW8Num5z0OJQJ6/6 WW8Num5z1 OJQJ^J2/2 WW8Num5z2OJQJ:/: WW8Num6z0OJPJQJ^J6/6 WW8Num6z1 OJQJ^J2/2 WW8Num6z2OJQJ2/2 WW8Num6z3OJQJ2/!2 WW8Num8z0OJQJ6/16 WW8Num8z1 OJQJ^J2/A2 WW8Num8z2OJQJ2/Q2 WW8Num9z0OJQJ6/a6 WW8Num9z1 OJQJ^J2/q2 WW8Num9z2OJQJLA L Car. predefinito paragrafoVUV Collegamento ipertestuale B*ph>*XX  Intestazione *x$CJOJPJQJ^JaJTBT Corpo del testo+1$*$x OJQJPJ,/, Elenco,^JJJ Dicitura -xx $6CJ]^JaJ00 Indice. $^JTOT Contenuto tabella /1$*$ $ OJQJPJ^/^ Default0*$7$-B*CJOJQJ^J_HaJmHphsHtH>^>  Normale (Web) 1PK![Content_Types].xmlj0Eжr(΢Iw},-j4 wP-t#bΙ{UTU^hd}㨫)*1P' ^W0)T9<l#$yi};~@(Hu* Dנz/0ǰ $ X3aZ,D0j~3߶b~i>3\`?/[G\!-Rk.sԻ..a濭?PK!֧6 _rels/.relsj0 }Q%v/C/}(h"O = C?hv=Ʌ%[xp{۵_Pѣ<1H0ORBdJE4b$q_6LR7`0̞O,En7Lib/SeеPK!kytheme/theme/themeManager.xml M @}w7c(EbˮCAǠҟ7՛K Y, e.|,H,lxɴIsQ}#Ր ֵ+!,^$j=GW)E+& 8PK!HRtheme/theme/theme1.xmlYMoE#F{oc'vGuرHF[xw;jf7q7J\ʯ AxgfwIFPA}H1^3tH6r=2%@3'M 5BNe tYI?C K/^|Kx=#bjmo>]F,"BFVzn^3`ե̳_wr%:ϻ[k.eNVi2],S_sjcs7f W+Ն7`g ȘJj|l(KD-ʵ dXiJ؇kZov[fDNc@M!͐,a'4Y_wp >*D8i&X\,Wxҕ=6.^ۄ Z *lJ~auԙՍj9 !bM@-U8kp0vbp!H#m|&HyȝC)^+Ikio ,A*k,GMg,JnO#KtZ妇|1ikBԥ0 jW¦l|Vn[u~3j ȦyK$rzQL -V 5-nhxL|UviE>fO(8B#6¯S ܣioWnsΊ|{epv4Y%W:.t0O%Jݍq7ŔRN)z?@G\׶Dž8t4~_`zd kH*N69mYiHE=hK&NaV.˒eLFԕU{D vEꦛdmNU(CNޜR콶3a3/TU-!޲!ljUJ[A++T[Xs/7s b1p߃eBoC  d%;x 'hIF'|I{Z.3WSÎBWCdO(, Q݃@o)i ~SFρ(~+ѐnPK! ѐ'theme/theme/_rels/themeManager.xml.relsM 0wooӺ&݈Э5 6?$Q ,.aic21h:qm@RN;d`o7gK(M&$R(.1r'JЊT8V"AȻHu}|$b{P8g/]QAsم(#L[PK-![Content_Types].xmlPK-!֧6 +_rels/.relsPK-!kytheme/theme/themeManager.xmlPK-!HRtheme/theme/theme1.xmlPK-! ѐ' theme/theme/_rels/themeManager.xml.relsPK] xI dExQ)0([5#?FxQ*+,-./18@0(  B S  ?regolamento_comune_torino7zI7zIzIzIOJQJ 3OJQJ^Jo OJQJ OJQJ OJQJ^JosOJQJCOJQJ OJQJ^JoOJQJOJQJOJQJ OJQJCJWW8Num1WW8Num2WW8Num3WW8Num4Tp%nHm]xIzI@X..xIX@Unknown G*Ax Times New Roman5Symbol3. *Cx Arial?= *Cx Courier New;WingdingsA&AlbanyArialeAndale Sans UITimes New Roman5. *[`)Tahoma[ ThorndaleTimes New RomanA BCambria MathBhk؆ k؆Q  >% >%!0SISI2HP $PTp2! xx?STATUTO E REGOLAMENTO DI CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TORINLo Burgio AntoninoUtente      Oh+'0(,, <H h t  @STATUTO E REGOLAMENTO DI CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TORINLo Burgio AntoninoNormalUtente3Microsoft Office Word@@00UQ>@h`@Ţ >Gh*Rt $ &" WMFC. l`gRt EMF  f   `gRp@"Arialkk PkkOlPkHk k4kOlPkHk dHkPk "Ddd- =1X3.*Cx ArialdzIkXHk|k8dkk0zdk"Ddv% % % Rp@Times New Romankk PkkOlPkHk k4kOlPkHk dHkPk #Ddd- =1XG*Ax Times ew Roman|k8dkk0zdk#Ddv% % % Rp @Times New Roman-vi-vh sndsn5{ovHd@Dd!Wjw``  2)d p h DD"@imes New Romandv% % % % % % % %   TM UU@?@@L`gSTATUTO E REGOLAMENTO CONSULTA7594<4A7<7AA59G8<4A<A<7<359% % % TT >3 UU@?@@ L`gP % % % T4 MUU@?@@4  L`g`GIOVANILE AB9;<37TTMDUU@?@@L`gP .Rp@Times New Romankk PkkOlPkHk k4kOlPkHk dHkPk $Ddd- =1XG*Ax Times ew RomanHk|k8dkk0zdk$Ddv% % % Rp @Times New Romand5{ovHd@Dd d Ddd-2)d pGDDAx Times ew Roman8d((0zdPDdv% % % % %  TT/UU@?@@L`gP TT0\UU@?@@0L`gP - % % % Tp} P UU@?@@}mL`gXArt 1 ; .TTQ l UU@?@@Q mL`gP-TTm  UU@?@@m mL`gP T  UU@?@@ m L`gdIstituzione.3*33/TT! N UU@?@@! mL`gP .Rp@"Arialkk PkkOlPkHk k4kOlPkHk dHkPk &Ddd- =1X3.*Cx ArialkHkNdkXHk|k8dkk0zdk &Ddv% % %  T UU@?@@DL`gE' istituita nel Comune di Misilmeri, con la deliberazione del C.C. 7*//./=.G....E*G.*.../.../)..../<=Tp  UU@?@@ L`gXn. 12 ../Tx  UU@?@@ L`g\in data./..TT  UU@?@@ L`gP TX UU@?@@ L`gP05..TTUU@?@@L`gP/TXwUU@?@@L`gP02/.TTxUU@?@@xL`gP/TdGUU@?@@L`gT2009./..TTHdUU@?@@HL`gP TeUU@?@@e L`gdla CONSULTA /<A<8<.46 T?UU@?@@.L`gtGIOVANILE COMUNALE.AA77<.7<AE<=7/7TT ?UU@?@@.L`gP - TXDDUU@?@@L`gP TTEDqUU@?@@EL`gP - % % % Tx UU@?@@L`g\Art. 2 ; .TT  UU@?@@ L`gP-TT  UU@?@@ L`gP Td  UU@?@@ L`gTFini33TT  UU@?@@ L`gP .% % % Rp @"ArialPkkOlPkHk k4kOlPkHk dHkPk &Ddd- =1X3.*Cx ArialkHkdkXHk|k8dkk0zdk &Ddvdv% Rp@"Arialwwr- =1XCwVFk..Cx wk-v@z.Bw@w.05dx.6~.`kkwN`wCww-w!8 .6.6ov8 .w8kYk'-vc-vdv% ( % ( Rp@"Arialkk PkkOlPkHk k4kOlPkHk dHkPk 'Ddd- =1X3.*Cx Arialelk|k8dkk0zdk'Ddv% % % Rp @"ArialPkkOlPkHk k4kOlPkHk dHkPk 'Ddd- =1X3.*Cx Arialelk|k8dkk0zdk'Ddvdv% Rp &" WMFC @"ArialDdd- =1XCwVFk..Cx zk-v@z.Bz@w.05dx.6~.`kkwN`wCww-w!8 .6.6ov8 .z8kYk'-vc-vdv% ( Rp @"Arialwwrzk-v@z.BknwhkCwVFk..[{(^K-v@z. Y[kw[ k:ov.:ovk [`1v-w!k kZlvov:ov!.v[:!:'-vc-vdv% ( Rp @"Arial.[{(^K-v@z. Y[kCwVFk..[|(^L-v@z. Y[kw[" 2k:ov.:ovk" 2[`1v-w!k" 2kZlvov:ov!.v[:!:'-vc-vdv% ( Rp @"Arial.[|(^L-v@z. Y[kCwVFk..[}(^M-v@z. Y[kw[ k:ov.:ovk [`1v-w!k kZlvov:ov!.v[:!:'-vc-vdv% ( % (  % % % T ]UU@?@@L;L`gLa Consulta per le politiche giovanili un organismo consu..&<..*/.&..&.&..*/.&./)./&.&..&../.*F.&*..*.Tp  ]UU@?@@ LL`gXltivo ).&% % % T0 ^UU@?@@ L&L`gche interagisce con L Amministrazione *..&../.*+.&*..&/8EF.*/)./- % % % TbxUU@?@@L`gComunale ed esprime pareri <.E/././..*.E/../% % % T@ybUU@?@@ySL`gsugli argomenti inerenti le politiche giovanili. I suddetti pareri vanno richiesti *./...G..../.../*./..*./*/./....*../.*/.* TuUU@?@@ eL`gdal Sindaco o dal Presidente del Consiglio Comunale e devono essere resi entro 15 giorni dalla data d.."7/..*.!.!/."7.*//..!./!<..+/.!=.G....!.!./)./.!.**..!.*!./.!..!...!/..!/..!/TXvUU@?@@v L`gPi Rp @"ArialPkkOlPkHk k4kOlPkHk dHkPk &Ddd- =1X3.*Cx ArialkHkdkXHk|k8dkk0zdk &Ddvdv% Rp @"ArialDdd- =1XCwVFk..Cx k-v@z.B@w.05dx.6~.`kkwN`wCww-w!8 .6.6ov8 .8kYk'-vc-vdv% ( Rp @"Arial.Cx k-v@z.BCwVFk..[(^P-v@z. Y[kw[ k:ov.:ovk [`1v-w!k kZlvov:ov!.v[:!:'-vc-vdv% ( Rp @"Arial.[(^P-v@z. Y[kCwVFk..[(^Q-v@z. Y[kw[" 4k:ov.:ovk" 4[`1v-w!k" 4kZlvov:ov!.v[:!:'-vc-vdv% ( Rp @"Arial.[(^Q-v@z. Y[kCwVFk..[(^R-v@z. Y[kw[ k:ov.:ovk [`1v-w!k kZlvov:ov!.v[:!:'-vc-vdv% ( % (  T #~UU@?@@muL`g8notifica della richiesta. In caso d urgenza il parere va reso entro 5 giorni dalla data di notifica della richiesta. ..*../.*..*/.*.*..././)./...)..*......././.......*....*..*. T UU@?@@DL`gSi prescinde dal parere ove non espresso entro i termini prescritti.7..**./..//....*/....*..**../..G...**TT  UU@?@@ L`gP - T =UU@?@@,DL`gLa Consulta pu di propria iniziativa formulare proposte da sottopor..<..*/......../.).)..G.......+...*....T0 =UU@?@@ ,&L`gre al Consiglio Comunale, alla Giunta ./&" WMFC t</.*/.<.G......A/.. TB, UU@?@@6L`gMunicipale, e alla Commissione Consiliare competente. E./*/./...=.FG))./.</.*..*.G...//TT- BY UU@?@@- L`gP - T UU@?@@LL`gLa Consulta strumento di conoscenza della realt dei giovani e, come tale:..</.*...*.G.../*...**./)./../..././)/..*.G../TT D UU@?@@ L`gP -Rp@Symbolk(kk kOlkkkpkOlkk dkk ,(Ddd% =1X5Symbolov kQ~dk8dkk0zdk,(Ddv% % %  % % % TTcUU@?@@RL`gP&% % % TTYcUU@?@@RL`gP pTxZ cUU@?@@ZR2L`gpromuove progetti e iniziative inerenti i giovani;..G..)../.../).).../...*..TT K cUU@?@@ RL`gP -!`g"  % % % TTdUU@?@@L`gP&% % % TTmYUU@?@@L`gP pT Zm7UU@?@@Z#L`gpromuove dibattiti, ricerche ed inc..G..)./..*.*//...*Tp8mUU@?@@8L`gXontri;..TTm UU@?@@L`gP -!`g"  % % % TT. UU@?@@ L`gP&% % % TTY. UU@?@@ L`gP pTZ . UU@?@@Z FL`gattiva e promuove iniziative per un miglior utilizzo del tempo libero;.)....G..)//).)/.../G...*)./..G..../TT  . UU@?@@  L`gP -!`g"  % % % TT/  UU@?@@ L`gP&% % % TT8 Y UU@?@@ L`gP pTZ8  UU@?@@Z EL`gfavorisce il raccordo tra i gruppi giovanili e le istituzioni locali;.).**..**.../...///).///*/)/..*/TT 8 G UU@?@@ L`gP -!`g"  % % % TT  UU@?@@ L`gP&% % % TT Y UU@?@@ L`gP pTZ  UU@?@@Z !L`gsi rapporta con gruppi informali;*.....*..../...G.TT  UU@?@@ L`gP -!`g"  % % % TT ^ UU@?@@M L`gP&% % % TT Y^ UU@?@@M L`gP pTZ ^ UU@?@@ZM JL`gpromuove rapporti con le Consulte ed i Forum presenti nel territorio provi..G..).../.*...=..*....3..G..*......../)T  ^ UU@?@@ M L`gnciale e regionale, con le .+......./.*/..!`g"  TpZc  UU@?@@Z [L`gConsulte ed i Forum presenti nelle altre regioni e si raccorda con il livello nazionale ed <..*..6..663..G6..*..6./.6..6.//.7.6*6.**...6*..66)/.6./)../.6/-!`g"  TZ w UU@?@@Z L`glinternazionale;..//)/./.TTx  UU@?@@x L`gP -!`g"  % % % TT  UU@?@@r L`gP&% % % TT( Y UU@?@@r L`gP pTZ(  UU@?@@Zr _L`g pu raccogliere informazioni nei settori di interesse giovanile (scuola, universit, mondo del ...0.**&" WMFC T....1..G.(..0/.0*..0/0...**.0./)/..0**...0./*/*.0G....0..!`g"  TZ  UU@?@@Z L`glavoro, tempo libero, sport/)...G.....*/.T8  UU@?@@ RL`g, volontariato, cultura e spettacolo, mobilit all estero, trasporti, territorio, )/.../.*....*...*..G.....*...*.....!`g"  T|Z C UU@?@@Z2 ]L`gambiente, vacanze e turismo). Raccoglie informazioni nei predetti campi, o direttamente, con .G....+).*//).*/*.+G.*<.**...+..G.(/.+..*./..**.G.*.+...G...**./!`g"  TZG v UU@?@@Z EL`gricerche autonome, o a mezzo delle strutture amministrative comunali;*.*.......G../G-))//..*....FG.*.*.*.G...TTw G UU@?@@w L`gP -!`g"  % % % TT  UU@?@@ L`gP&% % % TT Y UU@?@@ L`gP pTZ  UU@?@@Z L`gdformula pro.G..4..T   UU@?@@ NL`gposte per la gestione di un eventuale budget destinato annualmente per il suo ..*.4/.4.5..*/..4/4.//)/../.5.../.4..*/..4/../.G...4/.44*/.!`g"  TZ h UU@?@@ZW L`ghfunzionamento../(/..G...TT h UU@?@@W L`gP -!`g" % % % % %  TTi / UU@?@@ L`gP TT0i \ UU@?@@0 L`gP - % % % Tx :UU@?@@(L`g\Art. 3 ; .TT :UU@?@@ (L`gP-TT :UU@?@@ (L`gP Tp :UU@?@@ (L`gXOrganiA 4.3TT  :UU@?@@ (L`gP . % % % T`? UU@?@@.L`gSono organi della Consulta Giovanile Comunale:7./../.../.</.*./A/)./.<.G....TT ?C UU@?@@ L`gP - % % % TT#UU@?@@L`gP&% % % TT$YUU@?@@$L`gP 6TZ.UU@?@@Z L`gdl'Assemblea,7**.G...TT/EUU@?@@/L`gP TF UU@?@@F3L`gquale organo centrale di elaborazione ed indirizzo;/./..../.*...///././)/..//./))/TT  UU@?@@ L`gP -!`g"  % % % TT#fUU@?@@UL`gP&% % % TT$ YfUU@?@@$UL`gP 6TZ /fUU@?@@ZU!L`gl'Ufficio di Presidenza, composto<*.#.$7.*/./).#*/G..*.TT0 RfUU@?@@0UL`gP #TS fUU@?@@SU@L`gdal Presidente, il Vicepresidente e il Segretario, quale organo ..#7.+./..$$7*...*./..$.#$7../..$../.$.../.!`g"  Tj UU@?@@ L`g`esecutivo;.*.*.).TT j7UU@?@@ L`gP -!`g"  % % % TT#+UU@?@@L`gP&% % % TT$Y+UU@?@@$L`gP 6TZ+UU@?@@Z^L`gil Consiglio Direttivo, composto da 6 membri nominati dall Ufficio di Presidenza e ratificati 5</.*/.5<.).5*/G..*.5..5.4G-G.&" WMFC 45..G..5..<*.5.67.*../).5.5.*.!`g"  T/UU@?@@yL`gldall Assemblea;..7**.G...TT/UU@?@@yL`gP -!`g"  % % % TT#UU@?@@L`gP&% % % TT$YUU@?@@$L`gP 6T Z UU@?@@Z L`gEventuali Commissioni di lavoro,7*../.=.FG)*..//)..TT $UU@?@@ L`gP T,% UU@?@@%%L`gquali organi operativi per le attivit../../../..)../.*T qUU@?@@  L`gd giovanili.///)./TTrUU@?@@rL`gP -!`g"  TT  OUU@?@@ >L`gP TT  OUU@?@@ >L`gP - % % % Tx=P' UU@?@@=L`g\Art. 4 ; .TT( PC UU@?@@( L`gP-TTD PZ UU@?@@D L`gP T[ PZ UU@?@@[  L`gdL'Assemblea3:/..J3./TT[ P UU@?@@[ L`gP .Rp @"Arialkk PkkOlPkHk k4kOlPkHk dHkPk <)Ddd- =1X3.*Cx ArialkHkNdkXHk|k8dkk0zdk<)Ddv% % % Rp  @"ArialPkkOlPkHk k4kOlPkHk dHkPk <)Ddd- =1X3.*Cx ArialkHkdkXHk|k8dkk0zdk<)Ddvdv% Rp @"ArialwwrP- =1XCwVFk..Cx @$k-v@z.B@w.05dx.6~.`kkwN`wCww-w!@$8 .6.6ov8 .8kYk'-vc-vdv% ( Rp  @"ArialwwrH@$k-v@z.BCwVFk..\&fU-v@z. Y\kw\ k:ov.:ovk \`1v-w!k kZlvov:ov!.v\:!:'-vc-vdv% ( Rp @"Arial.\&fU-v@z. Y\kCwVFk..8\&fV-v@z. Y0\kw8\S k:ov.:ovkS 8\`1v-w!kS kZlvov:ov!.v8\:!:'-vc-vdv% ( Rp  @"Arial.8\&fV-v@z. Y0\kCwVFk..\&fW-v@z. Y\kw\ k:ov.:ovk \`1v-w!k kZlvov:ov!.v\:!:'-vc-vdv% ( % ( Rp  @"ArialPkkOlPkHk k4kOlPkHk dHkPk <)Ddd- =1X3.*Cx ArialkHkdkXHk|k8dkk0zdk<)Ddvdv% Rp @"ArialDdd- =1XCwVFk..Cx @$k-v@z.B@w.05dx.6~.`kkwN`wCww-w!@$8 .6.6ov8 .8kYk'-vc-vdv% ( % (  TUU@?@@fL`gL Assemblea l organo sovrano della Consulta Giovanile Comunale. presieduta dal Presidente, in sua .7**.G../. .././*/)..//./<..*//A.*../<.G.../ 7 ..*//.. ./ 7.*/../ .+.. ToUU@?@@^fL`gassenza o impedimento, dal Vicepresidente. Spetta al Presidente attestare la validit dell'Assemblea, .**./(.-.,G...G...,..-7*...*./..-7/./,.,7.*../.,..*..,.,)/..,./7**.G... TtUU@?@@L`glregolare le moda......G...TtUU@?@@_L`g lit d intervento e di voto. Le deliberazioni dell Assemblea sono trascritte in apposito libro ....)./../)./../././)././7**.G...*../.**..../.*../ T/UU@?@@fL`gdei verbali e ciascun verbale deve essere sottoscritto dal Presidente e dal Segretario. Ogni aderente ..&" WMFC +)./.*.**.**..+)./..*/.*.*.**..**..**.*./*7.*....*.*./*8.....*A./*./.../ T3 UU@?@@};L`gall organizzazione ha diritto di consultare il verbale (e d.././))/)../.../.*/.*...)..//./T 3$ UU@?@@ }L`gpi trarne copia). ../*...TT% 3Q UU@?@@% }L`gP - % % % TUU@?@@iL`g Fanno parte dell Assemblea le Organizzazioni che hanno aderito alla Consulta Giovanile Comunale all'atto 3......./.7**.G....A./.))/)/.*.../.../.....=..*/.B/)./.<.G....../ TNUU@?@@=fL`gdell'insediamento e dell'approvazione dello Statuto. In tale fase verranno accolte le richieste delle ...*...G...7.7../...*/)/..7./.77/./7.7..7.*.7)../..8.**..7.7*..*.7/./ TSgUU@?@@L`gAssociazioni aventi i seguenti 7**.*/)/..*..*..//.ThSUU@?@@h L`g`requisiti:/..+TTSUU@?@@L`gP - % % % TTUU@?@@L`gP&% % % TTNUU@?@@L`gP 7TO UU@?@@O:L`gcostituite con atto pubblico registrato da almeno un anno;*.*..*./..././*...*./...G.../../..TT  UU@?@@ L`gP -!`g"  % % % TTyUU@?@@hL`gP&% % % TTNyUU@?@@hL`gP 7TO yUU@?@@Oh=L`gsede legale ricadente all interno del territorio misilmerese;*...../.*../......./....G*G..*.TT  yUU@?@@ hL`gP -!`g"  % % % TT{UU@?@@L`gP&% % % TTNUU@?@@L`gP 7TO} UU@?@@O6L`griconosciuta attivit nel territorio di appartenenza. *...**...)./......./.././).TT~  UU@?@@~ L`gP -!`g"  T >UU@?@@-EL`gLe Associazioni o gruppi informali, operanti sul territorio cittadino..#7**.*/)..#.#././#..G.#.../.#*.#...#*/...TD >UU@?@@ -)L`g, che desiderano acquisire la qualit di #*..#..*.....#.*./*.#.#../.#. TCUU@?@@iL`g membro della Consulta Giovanile Comunale, devono fare una richiesta scritta al Presidente della Consulta G-G-....=..*..A/)./.<.G..../.*./..../.*/.*.**./7.*/.././.</.*.. TEUU@?@@nL`g(che ne verifica i requisiti insieme all Ufficio di Presidenza. Quest'ultimo rilascia un parere, che insieme al*....).*././*/*.G..<*..7.*///(/A..*/G..**./..../*...*.G..T`FUU@?@@FL`gTla / T^UU@?@@MfL`grichiesta di ammissione vengono inserite nell ordine del giorno della prima Assemblea disponibile per *..*.,. &"WMFC,.FG)*...,*.../..,.*..+././//+..,....+/..+.G.+7**-G...+/*..//.+.. TbUU@?@@dL`gl approvazione da parte della stessa. L'accettazione dei nuovi membri deve essere deliberata con la /../)/)......-/..-/..-*.**.-..**./).//-..-/./)-G-G.-..*.-.**..-......-*.../ T UU@?@@ 3L`gmaggioranza dei 2/3 dei componenti dell'Assemblea. G...../)../.../*/G....../7**.G...T UU@?@@ 3L`gLa decisione della Consulta deve essere comunicata ....**/.../.<..*/...*..**..*.G..*.. T"}UU@?@@lfL`gper iscritto, a cura del Presidente, all Organizzazione richiedente. In caso di accettazione il nuovo ..4**/4.4*./4./58.*....5.A./.*)/)/..4*/./...4/4*.*.5.4.**./)/..55../)/ TUU@?@@gL`gcomponente entrer a far parte della Consulta dalla seduta successiva a quella della approvazione della*-G...... .... . . ... ./. <..*/. ./. *.... *.**.**). . ././ ... .../)/)./. ../TTUU@?@@L`gP  T]=UU@?@@, L`g`richiesta.*..*.TT^=UU@?@@^,L`gP -% % 6g6`g6`66f6_f6_66e6^e6^66d6]d6]66c6\c6\66b6[b6[66a6Za6Z66`6Y`6Y66_6X_6X6 6 ^6W^6W 6  6 ]6V]6V 6  6 \6U\6U 6  6 [6T[6T 6  6 Z6SZ6S 6 6Y6RY6R66X6QX6Q66W6PW6P66V6OV6O66U6NU6N6  JT.@"Arial---@Times New Roman---  @Times New Roman-------- :2 PSHSTATUTO E REGOLAMENTO CONSULTA --- 2 PtSH ---2 Pw SHGIOVANILE  2 PSH @Times New Roman---  @Times New Roman----- 2 ]@SH  2 ]CSH ---2 iSHArt 1  2 iSH- 2 i!SH 2 i$ SHIstituzione 2 iVSH @"Arial---q2 u@DSHE' istituita nel Comune di Misilmeri, con la deliberazione del C.C.  2 ugSHn. 12 2 uSHin data 2 uSH 2 uSH05 2 uSH/2 uSH02 2 uSH/2 uSH2009 2 uSH 2 u SHla CONSULTA (2 @SHGIOVANILE COMUNALE. 2 SH 2 @SH  2 FSH ---2 SHArt. 2  2 /SH- 2 3SH 2 5SHFini 2 GSH --- @"Arial-@"Arial--@"Arial--- @"Arial-@"Arial- @"Arial-@"Arial- @"Arial-----d2 @;SHLa Consulta per le politiche giovanili un organismo consu 2 TSHltivo ---D2 k&SHche interagisce con LAmministrazione  ---52 @SHComunale ed esprime pareri  ---2 SSHsugli argomenti inerenti le politiche giovanili. I suddetti pareri vanno richiesti 2 @eSHdal Sindaco o dal Presidente del Consiglio Comunale e devono essere resi entro 15 giorni dalla data d 2 SHi  @"Arial-@"Arial- @"Arial-@"Arial- @"Arial--2 @uSHnotifica della richiesta. In caso durgenza il parere va reso entro 5 giorni dalla data di notifica della richiesta. q2 @DSHSi prescinde dal parere ove non espresso entro i termini prescritti. 2 cSH q2 @DSHLa Consulta pu di propria iniziativa formulare proposte da sottoporD2 q&SHre al Consiglio Comunale, alla Giunta \2 @6SHMunicipale, e alla Commissione Consiliare competente.    2 9SH }2 @LSHLa Consulta strumento di conoscenza della realt dei giovani e, come tale:   2 SH @Symbol------ 2 USH--- 2 YSH V2 g2SHpromuove progetti e iniziative inerenti i giovani;  2 7SH ,HS'--- 2 USH--- 2 YSH @2 g#SHpromuove dibattiti, ricerche ed inct 2 SHontri; 2 SH ,HS'--- 2 USH--- 2 YSH t2 gFSHattiva e promuove iniziative per un miglior utilizzo del tempo libero;    2 SH ,HS'--- 2 $USH--- 2 $YSH s2 $gESHfavorisce il raccordo tra i gruppi giovanili e le istituzioni locali;; 2 $tSH ,HS'--- 2 0USH--- 2 0YSH =2 0g!SHsi rapporta con gruppi informali;n 2 0SH ,HS'--- 2 <USH--- 2 <YSH z2 <gJSHpromuove rapporti con le Consulte ed i Forum presenti nel territorio provi  42 <SHnciale e regionale, con le ,HS'2 Gg[SHConsulte ed i Forum presenti nelle altre regioni e si raccorda con il livello nazionale ed  ,HS'"2 SgSHinternazionale; 2 SSH ,HS'--- 2 _USH--- 2 _YSH 2 _g_SHpu raccogliere informazioni nei settori di interesse giovanile (scuola, universit, mondo del  ,HS'42 jgSHlavoro, tempo libero, sport2 jRSH, volontariato, cultura e spettacolo, mobilit allestero, trasporti, territorio,  ,HS'2 vg]SHambiente, vacanze e turismo). Raccoglie informazioni nei predetti campi, o direttamente, con l    ,HS's2 gESHricerche autonome, o a mezzo delle strutture amministrative comunali;;   2 SH ,HS'--- 2 USH--- 2 YSH 2 g SHformula pro2 NSHposte per la gestione di uneventuale budget destinato annualmente per il suo ,HS' 2 gSHfunzionamento. 2 SH ,HS'----- 2 @SH  2 CSH ---2  SHArt. 3  2 (SH- 2 +SH 2 .SHOrgani 2 NSH ---P2 ?.SHSono organi della Consulta Giovanile Comunale:  2 SH --- 2 \SH--- 2 `SH 2 g SHl'Assemblea,  2 SH X2 3SHquale organo centrale di elaborazione ed indirizzo; 2 SH ,HS'--- 2 \SH--- 2 `SH =2 g!SHl'Ufficio di Presidenza, composton 2 SH k2 @SHdal Presidente, il Vicepresidente e il Segretario, quale organo ,HS'2 n SHesecutivo; 2 SH ,HS'--- 2 \SH--- 2 `SH 2 g^SHil Consiglio Direttivo, composto da 6 membri nominati dallUfficio di Presidenza e ratificati  ,HS'"2 nSHdallAssemblea; 2 SH ,HS'--- 2 \SH--- 2 `SH ;2 g SHEventuali Commissioni di lavoro, 2 SH C2 %SHquali organi operativi per le attivit 2  SH giovanili. 2 SH ,HS' 2 +SH  2 .SH ---2 SHArt. 4  2 SH- 2 SH 2  SHL'Assemblea  2 ]SH @"Arial--- @"Arial- @"Arial-   @"Arial-  @"Arial-   @"Arial-  -  @"Arial- @"Arial-  - 2 (?fSHLAssemblea lorgano sovrano della Consulta Giovanile Comunale. presieduta dal Presidente, in sua  2 3?fSHassenza o impedimento, dal Vicepresidente. Spetta al Presidente attestare la validit dell'Assemblea,   #2 ??SHregolare le moda2 ?_SHlit dintervento e di voto. Le deliberazioni dellAssemblea sono trascritte in apposito libro 2 J?fSHdei verbali e ciascun verbale deve essere sottoscritto dal Presidente e dal Segretario. Ogni aderente d2 V?;SHallorganizzazione ha diritto di consultare il verbale (e d%2 V2SHi trarne copia).  2 VuSH ---2 a?iSHFanno parte dellAssemblea le Organizzazioni che hanno aderito alla Consulta Giovanile Comunale all'atto m2 m?fSHdell'insediamento e dell'approvazione dello Statuto. In tale fase verranno accolte le richieste delle :2 x?SHAssociazioni aventi i seguenti 2 x SHrequisiti: 2 xSH --- 2 ZSH--- 2 _SH b2 f:SHcostituite con atto pubblico registrato da almeno un anno;  2 cSH ,HS'--- 2 ZSH--- 2 _SH g2 f=SHsede legale ricadente allinterno del territorio misilmerese;   2 eSH ,HS'--- 2 ZSH--- 2 _SH \2 f6SHriconosciuta attivit nel territorio di appartenenza.  2 BSH ,HS's2 ?ESHLe Associazioni o gruppi informali, operanti sul territorio cittadino; I2 h)SH, che desiderano acquisire la qualit di 2 ?iSHmembro della Consulta Giovanile Comunale, devono fare una richiesta scritta al Presidente della Consulta m  2 ?nSHche ne verifica i requisiti insieme allUfficio di Presidenza. Quest'ultimo rilascia un parere, che insieme al2 SHla .2 ?fSHrichiesta di ammissione vengono inserite nellordine del giorno della prima Assemblea disponibile per   2 ?dSHlapprovazione da parte della stessa. L'accettazione dei nuovi membri deve essere deliberata con la   X2 ?3SHmaggioranza dei 2/3 dei componenti dell'Assemblea. a   X2 .3SHLa decisione della Consulta deve essere comunicata a2 ?fSHper iscritto, a cura del Presidente, allOrganizzazione richiedente. In caso di accettazione il nuovo 2 ?gSHcomponente entrer a far parte della Consulta dalla seduta successiva a quella della approvazione della 2 SH 2 ? SHrichiesta. 2 gSH "System???????????- - HHSSHHSSHHSSHHSSHHSSHHRRHHRRGGRRGGRRGGRRGGRRGGRRGGRRGGQQGGQQFFQQFFQQFFQQFFQQ՜.+,08 hp  comune di Misilmeri%SI @STATUTO E REGOLAMENTO DI CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TORIN Titolo  !"#$%&'()*+,-./012456789:<=>?@ABCDEFGHIJKLMNOQRSTUVWXYZ[\]^_`abcdefghijklmnopqrstuvwxyz{|}~Root Entry F dDData 31Table;)WordDocument1dSummaryInformation(PX,DocumentSummaryInformation8CompObj}  F+Documento di Microsoft Office Word 97-2003 MSWordDocWord.Document.89q